EMAIL INVIATA AL GRUPPO FACEBOOK -7-

Andare in basso

EMAIL INVIATA AL GRUPPO FACEBOOK -7-

Messaggio Da Admin il Ven Feb 19, 2010 1:39 pm

Buongiorno,

sperando di non annoiarvi, vorremmo parlare di un argomento che ci sta a cuore:
molti di coloro che sono iscritti a questo gruppo, spesso , durante una chat o via email, difendono l’operato di quel o quell’altro politico che sia di sinistra, centrosinistra, centro e via dicendo.

Ora bisogna capire per bene una cosa:

fino a quando continueremo a giustificare l’operato dei partiti tradizionali, a sostenerli, a difenderli, a votarli, continueremo sempre e comunque a rimanere schiavi dei problemi che ci assillano.

Nessuno di noi intende dirvi di rinunciare al vostro credo politico, ai vostri ideali. Ma gli ideali sono una cosa chi invece sfrutta questi ideali per farsi votare, andare in Parlamento e fare i propri porci comodi è tutt’altro.

Se in Italia esistono le leggi sul lavoro precario, flessibile e quant’altro è colpa dei partiti che tutti noi abbiamo fino ad ora votato, di centrodestra, centrosinistra, centro ecc.

Se in Italia è possibile vendere le aziende con tutto il personale che ci lavora come fossero scatole, a società che pensano solo a smembrarle a svuotarle e a licenziare i lavoratori per poi magari metterle in borsa e guadagnarci il triplo o semplicemente vendere i pezzi rimasti al miglior offerente fregandosene dei lavoratori (vedi gruppo Omega) è colpa dei partiti di qualsiasi schieramento politico che abbiamo fino ad ora votato.

Se in Italia non è possibile per una famiglia in cui lavorano i due genitori (magari semplici operai) che abbiano appena avuto un figlio, avere la possibilità di accedere a un asilo nido gratuito ma bisogna sperare di riuscire ad entrare nelle graduatorie per un asilo nido comunale (che se si lavora in due è praticamente impossibile accedere) e se non si riesce andare in un asilo nido privato sborsando 600-700-800 euro al mese è colpa dei politici di tutti gli schieramenti che fino ad ora abbiamo votato.

Se in Italia lo stato sociale è ridotto all’osso e quasi non esistono protezioni sociali per chi perde il posto di lavoro, meno che meno per i lavoratori precari, è colpa dei partiti di tutti gli schieramenti che fino ad ora abbiamo votato.

Se in Italia non esiste la meritocrazia ma si fa carriera per raccomandazioni (e spesso è il meno meritevole a farla) e il clientelismo è talmente diffuso che chi ha talento, in qualsiasi campo, è costretto ad andare all’estero per vedere riconosciuti i propri meriti, è colpa dei partiti di tutti gli schieramenti che fino ad ora abbiamo votato.

Se l’Italia è insomma ridotta alla nazione che è ridotta cerchiamo di capirlo una volta per sempre, è colpa dei partiti di tutti gli schieramenti che fino ad ora abbiamo votato.

Qualcuno disse: “Arriveranno tempi in cui gli schiavi cominceranno a difendere la propria schiavitù e coloro che li hanno ridotti schiavi. Allora sarà possibile da parte di questi ultimi, governare per sempre e senza nessun problema”

Oggi a questo siamo arrivati. Oggi abbiamo i precari che difendono e votano i partiti che li hanno resi schiavi di questo sistema vergognoso. Oggi abbiamo la maggior parte degli italiani, incazzati, delusi, frustrati, impoveriti, ecc. ma che continuano ancora a difendere i propri aguzzini, cioè proprio quei partiti politici che li hanno ridotti in questo stato. Si illudono che non sia stato il partito che votano loro a ridurli a questo ma quell’altro partito votato dagli altri. Fanno di tutto per giustificare le mancanze del proprio partito e degli uomini che lo dirigono. E così facendo non si rendono conto di aver aperto un mutuo infinito per la schiavitù e la povertà di cui soffrono e si lamentano ogni giorno.

Noi siamo lavoratori precari e abbiamo comprenso questo meccanismo. Ora tocca anche a voi uscire da questo sistema di cose, uscire da questa schiavitù. Noi insieme a voi abbiamo deciso di fare un partito politico che si occupi unicamente dell’eliminazione del lavoro precario. Se gli altri partiti avessero fatto lo stesso avremmo evitato di proporre tale progetto. Il fatto stesso che noi siamo costretti ad organizzarci in questo modo denota il totale menefreghismo dei partiti tradizionali verso i problemi dei lavoratori.

Allora smettiamoli una buona volta di difendere questa feccia che tante vergogne ha causato all’Italia e cominciamo a sostenere la nostra battaglia per l’eliminazione del lavoro precario.

Altrimenti continuerete per sempre ad essere schiavi e quel che è peggio è che vi piacerà!!!

https://www.facebook.com/group.php?gid=222018724407
http://aboliamolavoroprecario.blogspot.com

aboliamolavoroprecario@gmail.com

Admin
Admin

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 17.02.10

http://aboliamoprecariato.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum