POST DEL 6 MAGGIO - TRE DOMANDE PER FARE CHIAREZZA

Andare in basso

POST DEL 6 MAGGIO - TRE DOMANDE PER FARE CHIAREZZA

Messaggio Da Admin il Ven Mag 07, 2010 3:49 pm

Abbiamo posto tre domande inerenti l'uso dell'uomo carismatico nei partiti e il lavoro precario ai leader di partito che si sono maggiormente distinti nell'ultima campagna elettorale per avere gridato contro la pratica del lavoro precario: Nicki Vendola di Sinistra e Libertà, Paolo Ferrero di Rifondazione Comunista, Antonio di Pietro dell'Italia dei Valori e Beppe Grillo del movimento 5 stelle.

Nel caso di Ferrero abbiamo posto solo le domande inerenti il lavoro precario dato che RC negli ultimi anni non ha mai basato la campagna elettorale unicamente sul potere carismatico del suo segretario. I campi virgolettati rappresentanono le varianti dell'email rispetto al soggetto a cui veniva inviata.

Di seguito l'email inviata ai quattro leader:


Buongiorno,

Facciamo parte di un movimento che mira all'abolizione del lavoro precario.
Dato che "nome leader" si è più volte espresso contro questa vergognosa pratica vorremo porre delle domande per meglio chiarire qual'è concretamente "la sua/del suo partito/del suo movimento" presa di posizione contro il precariato e fino a che punto "pensa/te" di agire per la sua eliminazione definitiva.

Le domande che le porgeremo (e le risposte che ci verrano date) saranno postate sul nostro gruppo FB (https://www.facebook.com/#!/group.php?gid=222018724407 - che conta circa 3750 iscritti tra cui diversi vostri elettori) e su vari altri ad esso collegati nonchè sul nostro blog: http://aboliamolavoroprecario.blogspot.com

Queste le domande:

Egregio "nome leader"

vorremmo farle alcune domande per meglio conoscere la "sua/vostra" posizione politica nei confronti del lavoro precario. Prima di questo però una domanda sul suo "partito/movimento":

1) Non crede che un "partito politico/movimento" piuttosto che essere incentrato sulla figura del leader carismatico, come dimostra di essere il "partito/movimento" di cui lei è "segretario/leader" debba esserlo sui valori che questo rappresenta? Non pensa che puntare tutto sulla sua persona invece che su un programma che dovrebbe essere espresso dalle molteplici componenti che un "partito/movimento" può manifestare, sia riduttivo ed infine nocivo per lo stesso "partito/movimento"?

2) Parlando di precarietà, lei si è più volte espresso contro questa pratica. Fin dove arriva la "sua/del suo partito/movimento" presa di posizione contro il lavoro precario? "Intende/ te" cioè favorire l’accesso a sistemi di protezione sociale per i lavoratori precari che dovessero perdere il lavoro oppure lavorare per eliminarlo definitivamente dall’ordinamento legislativo italiano?

3) Se nelle prossime elezioni dovesse vincere una possibile coalizione "di sinistra" in cui è presente anche il suo "partito/movimento", la sua componente, certamente non di maggioranza, agirebbe per imporre a questa coalizione di governo la subitanea eliminazione del lavoro precario? Arrivereste anche a minacciare di far cadere la stessa coalizione e perciò un possibile governo se questa linea non dovesse passare oppure no?

In attesa di un subitaneo riscontro cogliamo l'occasione di inviarle i nostri migliori saluti

Lo staff di
Aboliamo il Lavoro Precario

Admin
Admin

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 17.02.10

http://aboliamoprecariato.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum