EMAIL INVIATA AL GRUPPO FACEBOOK -2-

Andare in basso

EMAIL INVIATA AL GRUPPO FACEBOOK -2-

Messaggio Da Admin il Ven Feb 19, 2010 1:34 pm

Buongiorno a tutti, nel link di seguito

http://docs.google.com/View?id=ddw7w7q3_0fbrzmvgs

potrete trovare un breve documento che abbiamo voluto chiamare "piccolo vademecum del lavoratore precario" in cui abbiamo incluso diverse informazioni riguardanti i lavoratori precari.
Ad esempio le leggi costituzionali italiane ed europee sul lavoro, i dati sul numero di precari (secondo questa stima 3.500.000) e non tetelati che ci sono in Italia, le leggi che negli ultimi 10 anni hanno permesso il lavoro precario e in generale hanno distrutti i diritti fondamentali sul lavoro in italia con date e nomi di governi e ministri.
Insomma un documento che potrete condividere e far girare su internet ai vostri contatti in modo da far comprendere a chi ne abbia voglia quanto è grave la situazione dei lavoratori precari in Italia.

Volevamo inoltre condividere con voi le perplessità di alcuni iscritti. Ad esempio M.G. da Genova ci scrive che questa storia del partito monotematico è una gran bufalata.
Senza ulteriori commenti vi giro la risposta che abbiamo inviato a M.G. perchè pensiamo che M.G. non abbia scritto questo per venirci contro o perchè gli siamo antipatici o perchè non crede che la lotta contro il precariato sia ingiusta. Tutt'altro. M.G. come molti altri pensa che tutta questa storia del partito monotematico sia una gran bufalata perchè sfortunatamente è talmente intrisa delle verità che i telegiornali o gli organi di partito ci propinano che non riesce solo ad immaginare che qualcuno voglia organizzarsi politicamente contro il precariato.
Senza nulla togliere a M.G. pensiamo che quando si arriva a questo stadio di rassegnazione allora ci meritiamo le umiliazioni che stiamo vivendo. Se non ci crediamo non possiamo realizzare nulla. Solo se saremo uniti e ci crederemo con tutte le nostre forze potremo riuscire a realizzare questo progetto. Di seguito la risposta inviata a M.G.:

Che dirti? Se hai idee migliori siamo aperti a qualunque suggerimento. Se pensi invece che i partiti tradizionali si interessino all'eliminazione del precariato allora ti tocca sperare in eterno visto che sono stati proprio loro a introdurre questa vergogna in Italia.
Vedi la verità è che in Italia oggi non contano nulla le proteste e gli scioperi (anche perchè sono frammentari e durano troppo poco). Oggi in Italia l'unica cosa che conta veramente e che ha il reale POTERE di cambiare le leggi sono i partiti politici in Parlamento.
E' lì che si deve arrivare se si vuole cambiare le cose. Altro modo democratico non esiste. Fattelo dire da uno che ha fatto decine di scioperi, di manifestazioni, di volantinaggi, di conferenze, ecc. ecc. ecc. Oggi non servono più a nulla.
Ce la faremo? Non ce la faremo? E se ce la faremo saremo l'ennesimo partitino? Può darsi. L'importante è che chiunque vorrà il nostro appoggio in Parlamento, in caso riuscissimo ad arrivarci, sappia che noi lo daremo solo se si cancellerà il lavoro precario e se si creeranno leggi che incrementino la sicurezza per chi perde il posto di lavoro. Tutto qui.
Se poi tu come tanti altri sei ormai rassegnata al lavoro precario, non posso che dirti che così facendo TU HAI PERSO E LORO HANNO VINTO. Hai perso perchè ti aspetta una vita di miseria e umiliazioni e se non a te sicuramente ai tuoi figli. Per carità questo non vuole essere un auspicio, anzi Dio te ne scampi. Ma questo sfortunatamente è il destino di moltissimi lavoratori oggi e lo sarà quanto di più domani. E allora è meglio la gran bufalata o la rassegnazione?
Scegli tu!!!

Admin
Admin

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 17.02.10

http://aboliamoprecariato.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum